logo_messidoro

MESSIDORO
COOP. APICOLTURA

Prodotti apistici e Mieli Certificati Biologici

Entra in Messidoro
logo_alveare

ALVEARE S.r.l.

Attrezzature Apistiche

Entra in Alveare

“Se l'ape scomparisse dalla faccia della terra, all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita.” Albert Einstein

Le principali proprietà del miele

Il miele ha la seguente composizione media: acqua 17-18%, glucosio 31%, fruttosio 38,5%, maltosio 7%, saccarosio 2%, le sostanze rimanenti (circa il 5%) sono le più importanti e sono quelle che giustificano la superiorità di questo alimento rispetto allo zucchero ed ai prodotti industriali: aminoacidi e proteine 0,3%, acidi organici 0,3%, Sali minerali ed oligoelementi 0,2% ed infine tracce di vitamine, enzimi, aromi, pigmenti, inibine, polline, ormoni.

Il miele naturale può conservarsi per lungo tempo e non necessita dell’aggiunta di additivi chimici, se tenuto ben chiuso a temperatura non elevata non da luogo a processi fermentativi essendo auto sterile. Col tempo e se esposto alla luce il miele perde aroma ed enzimi e diventa più scuro. Può inacidire se contiene più del 18% di acqua o se scoperto ed esposto all’umidità.

Gli zuccheri semplici del miele sono assimilabili direttamente e senza fatica da parte dell’organismo umano. Il glucosio fornisce energia immediata, mentre il fruttosio è trattenuto in riserva dal fegato.

Inoltre il miele:

- esercita un azione tonificante ma, allo stesso tempo sedativa e riequilibrante del sistema nervoso;
- non provoca, se non eccezionalmente, fermentazioni intestinali, cosa particolarmente importante per i bambini;
- non provoca acidosi o stato umorale acido;
- non provoca squilibrio metabolico perché contiene il complesso vitaminico B, enzimi e oligoelementi;
- non provoca innaturale rialzo della glicemia con conseguente abnorme produzione di insulina;
- non provoca alterazione del metabolismo dei grassi, con conseguente sovrappeso.

Il miele è benefico per l’organismo umano in particolare: stimola le contrazioni cardiache ed aumenta il flusso sanguigno nelle coronarie; combatte l’ipertensione e i casi di arteriosclerosi; ha proprietà antisettiche; antibiotiche; espettoranti e spasmolitiche; svolge un’azione regolatrice della flora intestinale; è un leggero lassativo, ha proprietà diuretiche e sedative; accresce il tasso di emoglobina nel sangue; combatte l’ipocalcemia; ha effetto regolatore sui cicli mestruali; stimola la secrezione biliare ed è perciò indicato nei casi di insufficienza epatica; è un ottimo emolliente ed antidisidratante della pelle. Le precauzioni da prendere per l’assunzione del miele sono per i diabetici che possono assumerne solo piccole quantità e solo dietro indicazione medica e per le persone allergiche.

Esistono molti tipi di miele, diversi per gusto, colore, odore, densità, ciò dipende dal tipo di fiori bottinati dalle api. Al momento dell’estrazione i mieli si presentano tutti fluidi, col tempo, in base alle temperature ambientali e al rapporto glucosio/fruttosio, alcuni di essi cristallizzano, per un naturale processo di aggregazione delle molecole. I mieli sottoposti a processo termico eccessivi non cristallizzano più o cristallizzano in maniera irregolare.